VIVA LO $PORT

Il 31 agosto è stato l’ultimo giorno valido per le transizioni del calcio italiano. Secondo un quotidiano sportivo, una squadra ha comprato un giocatore. E’ stato un vero affare, dopo che per il giocatore in questione si era scatenata un’asta. Ora il mercato è chiuso. Secondo me, in qualche cronaca del 1700, potremmo leggere che un bracciante, recatosi al mercato, comprò uno schiavo. Fu un vero affare, dopo che per lo schiavo in questione si era scatenata un’asta. Certo, i calciatori non vengono trattati come degli schiavi: il più povero giocatore del Milan potrebbe aprire una concessionaria nel suo garage. I tifosi non capiscono (o meglio: lo sanno ma fanno finta di niente) che i loro beniamini si vendono al miglior offerente. E’ logico: chiunque lascierebbe il suo posto di lavoro per un altro meglio retribuito, no? Tuttavia lo sport non deve essere un lavoro, e non lo è. La maggior parte dei calciatori lavora e vive nella propria città, giocando nella squadra locale. Questa è passione: nonostante tutto, io gioco. Possibile che per giocare a calcio, allenarsi tre ore al giorno un giocatore del Chelsea prenda 6 milioni di euro l’anno? Sono d’accordo con chi dice che è immorale: il ragazzino alle prime armi già ha deciso con il calcio vuole solo arricchirsi. Non c’è passione. A nessun calciatore frega nulla della sua squadra. Siamo al punto che i calciatori rifiutano anche di giocare in nazionale! Che sport è questo? Senza ovviamente parlare di chi specula sul calcio: procuratori, dirigenti, televisioni, ultras (non tutti: il tifo pulito persiste)…Però si continua ad andare allo stadio, perchè siamo pecore e va bene tutto così. Purtroppo siamo pecore in tutti gli ambiti…

P.S.

Mi ha fatto morire Ibrahimovic che ha dichiarato: “…il mio sogno è sempre stato quello di giocare nell’Inter…”.

Ibrahimovic, nato in Svezia, tifoso dell’Inter…ma vaff…!

Annunci

5 pensieri su “VIVA LO $PORT

  1. Sempre puntuale e preciso m@d. 🙂
    Ormai quella frase di rito la dicono tutti, ma un bel vaff ci vuole sempre ogniqualvolta la si sente. Ma perché debbono recitare sempre questa parte di ricche e prezzolate comparse?

  2. mAd!! Io continuo a chiedermi per quale strana motivazione la gente continuerà ad andare allo stadio e continuerà a fare gli abbonamenti…
    Anche il mio fratellino che ha 9 anni, purtroppo, dice che vuole diventare un CALCIATORE FAMOSO…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...