DI CANIO

Pochi sanno che sono tifoso della Cisco Roma (ex Lodigiani), squadra di Serie C2 (ma quest’anno verremo promossi). Quest’estate è arrivato Paolo Di Canio, direttamente dalla Lazio. E’ incredibile come ora sia la squadra che i tifosi vengano accomunati al “fascismo”: tutti si immaginano una curva piena di croci celtiche e svastiche, di naziskin che inneggiano a Mussolini ed Hitler in attesa che Di Canio alzi il braccio destro, cosa non vera! La cosa su cui ho riflettuto è che Di Canio non ha mai nascosto di essere “fascista” (non “nazista”) così come Lucarelli non ha mai nascosto la sua fede opposta…E gli stessi benpensanti, che inneggiano alla libertà di espressione, condannano solo il gesto di Di Canio, che probabilmente ripeterà anche al Flaminio. E allora? Ha fatto più danni il fascismo o il comunismo? Meglio un Di Canio, che ha costruito una bellissima famiglia ed in campo dà il 200%, o un Bobo Vieri che a trentadue anni non si regge in piedi vittima degli stravizi? Mah, dico solo di non lasciarsi ingannare dalle apparenze: chi vede ancora lo stereotipo della destra-fascismo-razzismo-duce e della sinistra-pace-amore-che guevara credo proprio che si sbagli!

Annunci

8 pensieri su “DI CANIO

  1. Sono d’accordo. Parlare di apologia del fascismo per un gesto rivolto ad una curva festosa e festante, non mi sembra una cosa seria. Di Canio mi è simpatico, è uno tosto, che gioca sempre con il cuore. E’ questo ciò che conta. Dare il massimo ad ogni match.

  2. ognuno nella vita fa dei danni… tra il Di Canio e il Vieri come li hai descritti tu, calcisticamente preferisco il primo, senza dubbi.

  3. Grazie per le belle parole su Paoletto, che sabato ha fatto tre assist nella nostra vittoria per 3-2 sul Sansovino, maturata grazie ad un gol al 90′ di Bettini!

  4. In Italia il saluto fascista e’ apologia di reato, ovvero e’ illegale. Come e’ illegale andare senza casco in motorino, non pagare le tasse, attraversare la strada sulle strisce pedonali. Il principio della democrazia e dello stato di diritto e’ che le leggi vadano rispettate tutte, non solo quelle che condividiamo. D’altronde lo spirito della democrazia e della liberta’, del suo limite per il rispetto di tutti, e’ che la liberta’ finisca ove incomincia quella dell’altro. Sempre in democrazia, bisogna esprimersi per cambiare le cose. Certamente quel che fa Di Canio, oggi, a me, che sono nato nel ’79 mi fa sorridere. Le basi democratiche sono tali, per cui e’ impensabile che ci sia un ritorno del fascismo. E questo mi fa sorridere, ma mi fa anche pensare. Quel gesto
    evoca i ricordi, di chi da italiano e nel nome della patria ha macellato sia la patria, sia gli italiani. Mi e’ triste vedere la tomba della mia famiglia e leggere le scritte dei campi di concentramento. E come la mia, tante altre. Di ebrei non ne ho conosciuti, nemmeno morti! Ho conosciuto le foto soltanto
    degli italiani morti, e solo perche’ non appoggiavano il regime. Personalmente, oggi, io sono contro il Parlamento, non voto per le politiche, ma solo per le amministrative (e non sempre). Ancora nessuno e’ entrato
    dentro casa mia per deportarmi. Sono comunista come vorrebbe Berlusconi? Sono un brigatista come vorrebbe
    Dalema o un fascista come dice Scalfari? Ho votato per la mia provincia un sindaco candidato di rifondazione comunista, e molto probabilmente alle prossime comunali votero’ fiamma tricolore. Voto i programmi e le persone, io e voglio sentirmi libero di dirlo e ancor di piu’ di fare nella cabina quel che voglio (fosse anche il contrario di quel che dico!!!). Non basta pensare per essere liberi, io lo voglio essere.
    E quel poco di liberta’ che abbiamo, l’abbiamo per quel cesso di democrazia che abbiamo il cui costo e’
    stato altissimo, troppo sangue italiano e’ stato sparso.

    La prossima volta, quando vedete un pugno alzato, e quando vedete un saluto romano, chiedete ad entrambi
    una sola domanda: ma tu…ti senti libero? E se sei libero, perche’ lo sei? E cosa fai, perche’ la liberta’
    ci sia, anche, quando dopo te, di italiani ce ne saranno altri ed il testimone, te ne auguro, sara’ tuo
    figlio (che ti giudichera’, meglio di qualsiasi tribunale). amen.

  5. C’è poco da aggiungere…Dico solo che io non seguo nessuna corrente politica. Posso ammirare l’uomo, l’idea, l’azione, ma mai assimilare al 100% una ideologia. Ammiro per tante cose Di Canio, ma per altre no.
    Certo, fascismo e comunismo non torneranno più…Ma non vedo di che rallegrarsene. Adesso la nostra società è talmente alienata da appoggiare gli USA per rovesciare Saddam e farci credere che ora l’Iraq sia l’Eden, e di non muovere un dito per la Birmania. Una volta si versava il sangue per la libertà, ora per il petrolio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...