SENZA PAURA

Lo so, lo so…odiate il wrestling, neanche lo considerate uno sport…pensate sia solo un’americanata, due energumeni più o meno mascherati che fingono di legnarsi…ok, accetto la vostra posizione ma non la condivido. Questi atleti rischiano seriamente la loro incolumità fisica per uno show assolutamente unico. Stanno lontani da casa per 300 giorni l’anno, allenandosi anche per intere giornate. Dedicano la loro vita ad uno spettacolo, ripeto, assolutamente unico. Il filmato che vedete sopra è una sintesi dello storico match tra Undertaker e Mankind (noto anche come Mick Foley). Mankind, il tipo mascherato, rischiò la vita due volte in questo match, come potete vedere. Un pazzo, un malato? No. Uno che ha seguito la propria passione: stupire.

P.S. Mick Foley è ancora vivo, anche se dopo quelle due cadute riportò costole rotte, denti fratturati e reni fuori uso. Ogni tanto torna a combattere, è una leggenda. Nel tempo libero scrive racconti per bambini.

Annunci

11 pensieri su “SENZA PAURA

  1. Ma poveraccio!!!!!
    Una passione dare calci, cazzotti, buttare giù le persone..????
    Come può una persona considerarle passioni??

  2. Infatti, non lo odio ma non m dice nulla!
    Ma in queste “discipline” c’è un’illusione ottica stile stile film vero?

  3. Ecco, io faccio rigorosamente parte di quelli che odiano il wrestling, ma non perchè credo facciano finta..
    Perche mi fa una paura incredibile..
    E’di una violenza indescrivibile..
    Disumana..
    Non riesco davvero a vederlo..
    Nemmeno per un secondo.
    Mi fa tremare..

    Mad, non combinare casini mentre
    ti eserciti per la pratica di guida! 😉
    Un bacio

    Piccola Giulia

  4. A me fa ridere, le trame sono assurde, alcuni personaggi sono adorabili…Il wrestling non è violenza, io per violenza intendo fare del male a qualcuno, e non solo fisicamente. E’ solo uno spettacolo che va preso alla leggera…se uno lo guarda solo perchè gli piace vedere gente che si mena…potrebbe visitare il parlamento!

    Riguardo Eddie Guerrero, ha lasciato un vuoto pauroso.

  5. Mad..più ti conosco e più ti apprezzo, sai? Per la tua età, la tua presenza ma soprattutto le tue idee e la tua dedizione al tuo blog.
    Grande. Davvero! 🙂

  6. L’Hell in the Cell di King of the Ring ’98 è – giustamente – l’incontro più famoso con questa stipulazione, non tanto per la bellezza e la spettacolarità dello stesso, quanto per la dimostrazione di uno stoicismo senza pari da parte di Mick Foley (aka Mankind, aka Cactus Jack, aka Dude Love) che in seguito ai due spot visti nel video (+ alcuni altri classici, tipo le puntine da disegno) ha mostrato una resistenza e un’abnegazione difficilmente riscontrabile nel panorama wwf-wwe. Ricordo anche che in quell’incontro il suo avversario, Undertaker, combattè con una caviglia fratturata.
    Ok, tralasciamo per un istante i dettagli tecnici… È spettacolo. Può piacere o non piacere, ma è spettacolo. I wrestler sono atleti preparati e allenati (in certi casi anche con aiuti fuori dal lecito, certo, ma sono gli unici? Non che sia giusto o sano, sia chiaro…) e una percentuale considerevole dei colpi che subiscono non sono frutto di trucchi scenici, così come il sangue e i tagli nella stragrande maggioranza dei casi sono veri. Il wrestler è un uomo che fa spettacolo, che ama le emozioni che da al pubblico e ama il proprio pubblico, e soffre (non solo fisicamente) per condurre una vita di questo tipo. C’è del masochismo in questo? Forse, non lo nego, ma penso (certo, direte, da fan del wrestling) che siano persone che meritano il rispetto di chi le guarda non meno di altri personaggi dello spettacolo, magari molto più pagati e molto meno bravi nel loro mestiere. Se si rabbrividisce davanti alla violenza del wrestling (che è comunque controllata e attutita dalla preparazione dei lottatori), cosa si dovrebbe dire davanti a un incontro di boxe o, ancora peggio, davanti a un match di mma (si provi a cercare su youtube qualcosa di chuck liddell o mirko cro cop e mi si dica… 🙂 )?
    Poi, come tutte le cose: vi piace? Guardatelo e non fatevi troppi problemi… Non vi piace? Non guardatelo e non fatevi troppi problemi. In ogni caso, meglio non giudicare quello che non si conosce… 🙂
    Bon, ho finito la tirata… Chiedo venia, Mad… 😉

    P.S.: Eddie Guerrero. Detto tutto.

  7. Davvero impressionante.
    Talvolta un pò di sana e disciplinata violenza non fa mica male. 😉
    Però immaginarmelo che scrive racconti per bambini proprio non ci riesco. 🙂

  8. Astralla: Grazie! Il mio obbiettivo è quello di non annoiare nessuno.

    Cilions: Credo che abbia rischiato realmente la pelle…

    Kendalen: Kendalen, se tu fossi una ragazza ti avrei già inviato una proposta di matrimonio via e-mail! Che dire, hai espresso quello che ho sempre pensato. Ogni volta che vedo un’atleta eseguire qualche mossa spericolata (come AJ Styles, Jeff Hardy etc.) me lo immagino mentre si allena, magari ripetendo quella figura mille volte, fino a renderla perfetta. Sono “lottattori”: non basta essere grandi e grossi, bisogna saper conquistare il pubblico. Ovviamente massimo rispetto anche per i lottatori “veri”. Dovrei avere da qualche parte un poster di Peter Aerts, ex campione di kick boxe…

    Dalianera: Già, Mick Foley, l’uomo che sale sul ring con una mazza da baseball con arrotolato del filo spinato, scrive racconti per bambini ed ha paura di girare in automobile…!

    Paparazza: Passerò, passerò…i Vip mi fanno ammazzare!

    P.S. Le due cadute di Mick Foley non erano previste originariamente…prima del match Mick confidò a Vince McMahon (presidente della federazione) di avere in mente “qualcosa di speciale…”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...