BYE

Tra poche ore sarò in Abruzzo e poi dal 25 in Calabria, quindi questo è il mio ultimo post prima delle vacanze. Auguro a tutti una buona estate, ricomincerò a postare a settembre.
Bye 🙂

Annunci

ESAMI FINITI…

…sicuramente sarò promosso, lunedì saprò con quanto. Origliando dietro la porta dell’aula dopo l’interrogazione, ho sentito un “24”, che sommato a 44 dà 68: buono! Ora il pensiero delle vacanze rende noi molto carichi…anche chi non ha frequentato la scuola… E infatti nella foto Lino, Io, Luca, Pedro e Lol siamo addirittura diventati SUPER SAYAN!

 Nel prossimo post parlerò dettagliatamente dei cinque anni passati all’I.T.I.S. Pacinotti… preparatevi ad una serie di tristi ricordi 🙂

IPOCRISIA

La morte di Chris Benoit ha avuto grandi ripercussioni nel mondo del wrestling. In Italia, ad esempio, Italia 1 ha deciso di non trasmettere più Smackdown la domenica mattina, per evitare ripercussioni sui più piccoli, che potrebbero pensare, a detta dei dirigenti Mediaset, che i lottatori si comportino sul ring come nella vita reale…E’ una grande ipocrisia, perché il wrestling in America è vietato ai bambini (sui DVD della WWE c’è scritto “14” in rosso per indicare l’età minima degli acquirenti) mentre da noi addirittura è trasmesso alle 10,30…I bambini in realtà non avrebbero MAI dovuto vedere il wrestling, non solo dopo la brutta storia di Benoit! Sulla sua morte non ci sono scusanti e tutto ruota intorno agli steroidi, assunti in dose massicce da Benoit. Probabilmente la malattia del figlio era legata proprio alle droghe assimilate dal padre. Tuttavia dire che i wrestler sono tutti dopati e che il wrestling è un mondo popolato da delinquenti e per questo andrebbe “cancellato”, mi sembra un’assurdità. I wrestler fondamentalmente sono attori milionari, e già sapete che gli attori milionari non sono “santi”: anche gente insospettabile come Mel Gibson ha la fedina penale sporca. Sono tanti i wrestler famosi che hanno fatto una brutta fine: Jake Roberts, Razor Ramon e Lex Luger ad esempio hanno distrutto la loro carriera con droga e alcol. Ma non mi pare che il resto del mondo dello spettacolo sia un’oasi di rettitudine! E a loro viene perdonato tutto…Esistono tanti wrestler che hanno delle famiglie normali e non si dopano, basta guardarli. Il pubblico riconosce i wrestler dopati a volte, e li prende di mira: al pompatissimo Test cantavano “Steroid! Steroid! Steroid!”, a John Cena una cosa che non posso riportare, ma legata al verbo “pompare”…Ma c’è gente come CM Punk (nella foto) che ha un tatuaggio con su scritto “Drug Free” (“Senza Droga”), o altri come Shaw Michaels, Goldberg e Stone Cold che hanno promosso molte inziative a scopo benefico. Il leggendario Andre The Giant, malato di gigantismo, ha investito tutti i suoi averi per occuparsi dei bambini affetti dalla sua patologia. Ted Di Biase, terminata la carriera di lottatore, si è occupato esclusivamente di beneficienza. Insomma, Italia 1 censura il wrestling ma su “Studio Aperto”, ogni giorno, si parla della nuova vita di Lapo Elkann e Calissano…La Rai ha descritto il mondo del wrestling come un inferno, ma attraverso Rai Trade ha promosso il cd della band cui fa parte un certo Scattone. L’assassino di Marta Russo.