NEW ERRORS!

I licei passano, ma certe abitudini no…Ecco a voi una nuova carrellata di papere, direttamente dalla Sapienza! Alcune sono semplicemente meravigliose, tutte raccolte da me in questi primi tre mesi di università…
PROFESSORI
“Anni fa io ho partito e ho andato in Brasile…”
“E’ come uno che si dovresse tuffarsi…”
“Il giudice prende la norma e la espulge…”
“Merton è ancora vivo, ma ora è morto perchè
era molto anziano.”
“Questi nativi hanno salito il loro di grado…”
“Il fuoco…io non so se voi conoscete il fuoco…”
“Ci sono due sentenze: una del ’57, una del ’61
e una del ’72…” [ma non erano due???]
“I gruppi secondari vengono indicati anche come secondari…”
“E’ come il crollo della borsa di Elton John…” [Dow Jones!!!]
“Come dicono gli inglesi, the class is not water…”
“Ciascun un singolo soggetti…”
” Io non so se non saprei chi sono se non saprei riconoscermi…”
“E’ come buttare via un bambino con l’acqua del bagno!”
“Un operatore telefonico come Telepiù…” [Telepiù era una rete televisiva!]
“Sembra la casa della Famiglia Addams…Ecco lo zio Festinger!” [Lo zio Fester casomai! Festinger poi guarda caso è uno scienziato…]
STUDENTI
“Secondo me è qualcosa di inconscito…”
“No, ma che scherzi…io stamattina ho fatto tutto con assoluta calmezza!”
“Ma l’istante dello stupimento…” [si dice “stupore”!]
“Se Milgram avrebbe fatto in un altro modo…secondo lei cos’è più meglio?”
Il prof: “E’ una castroneria, come dire che Durkheim è il terzino del Lione, vero signorina?”
E la studentessa:
Non so…io non seguo il calcio!” [Durkheim era uno scienziato]
Annunci

16 pensieri su “NEW ERRORS!

  1. AhahahahhahahahahaAAAhHAHAAhhAHAhAhhAhHahahahahhAAhhaahahahaHahHahhHahhahAhhahhahHAhhhahHaHahHahah…

    Un po’ di sano umorismo, sebbene involontario, fa bene allo spirito e rende più leggeri. E almeno a Natale è bello tornare bambini. 😛

    Un abbraccio nghé-nghé 🙂

  2. Non solo auguri.
    Ma soprattutto, se riesci a percepirlo,
    un po’ di calore in questo giorno (non)speciale
    dal quale vorremmo essere avvolti quasi per anestetizzarci da tutto.
    Allora faccio il gioco del silenzio e mi impegno
    ad inviertelo in silenzio, il mio augurio:
    senza luccichii, senza palline e senza jingle alcuni.
    Perché l’essenziale sta nel profondo, senza lustri
    e senza sfarzi.
    Buon Natale di cuore,
    Giulia

  3. Nella mia scuola, abbiamo un nostro giornalino che esce più o meno frequentemente, che oltre ad essere utile, democratico, partecipativo contiene tutte le frasi famose dette dai profe nell’ultimo periodo e riportate dagli studenti su di esso appunto…veramente bello…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...