FISCHIO FINALE?

Sabato l’ex-giocatore inglese Paul Gascoigne ha toccato per l’ennesima volta il fondo. Dopo aver passato il pomeriggio di venerdì in una concessionaria Ferrari londinese a pretendere di acquistare una macchina pur privo di denaro, il giorno successivo si è ritrovato a chiedere l’elemosina nel centro di Londra. La sera stessa, in un lussuoso albergo Gascoigne ha tentato persino il suicidio ed ora è stato internato in un ospedale psichiatrico con la possibilità, secondo alcuni parenti, di non uscirne praticamente più.

In quanto ad autodistruzione “Gazza” è riuscito a battere persino l’altro grande ribelle del calcio britannico, George Best, che seppur morto a causa dell’alcolismo è sempre riuscito nel bene e nel male a mantenere un’aura di dignità. La carriera di Gascoigne, che ha solo quarant’anni, è sempre stata costellata da autentiche follie, che però sono sempre state accettate e persino “mitizzate” (e non condannate) dai media, che per anni hanno sempre riportato le sue disavventure come se parlassero di un clown schizofrenico. In realtà Gascoigne è (ed è sempre stato) un uomo malato, a cui i soldi hanno solo permesso di cadere più velocemente nel baratro dell’alcolismo e della depressione. Nonostante sia stato amato da tutte le tifoserie delle squadre in cui ha giocato (Lazio inclusa, dato che ancora oggi a distanza di 13 anni in curva si intravedono bandiere britanniche) nessuno è riuscito a salvarlo.

Annunci

16 pensieri su “FISCHIO FINALE?

  1. Esatto…Tutti hanno riso delle sue follie ma alla fine hanno sbagliato. Bisognava fargli capire subito che stava sbagliando tutto. Si è reso conto che si stava rovinando solo quando è stato escluso dai convocati per i mondiali del ’98 a causa delle condizioni fisiche. Dopo quell’episodio, la sua carriera è colata a picco.

  2. devo dire che pur non essendo un’ amante del calcio, mi ha fatto pena leggere questa notizia, ho pensato a quell’altro calciatore su cui fecero pure un film: george nonmiricordochi

  3. Best, George Best, che perlomeno prima di morire fece pubblicare la sua foto sulla copertina di un giornale con scritto: “Non fate come me”.

  4. Purtroppo lo sport e l’affetto dei tifosi possono poco contro la volontà d’autodistruzione, vedi Maradona. Mi viene da pensare ora cosa sarebbe stato Gazza a Napoli?!?! 😀

  5. E’ diverso quando la indole autodistruttiva si sposa con certi interessi…Nel caso di Gazza c’era la storica necessità dei tabloid inglesi di riportare notizie imbecilli, nel caso di Maradona si trattava di libera beneficienza ai boss della camorra campana 🙂

  6. a me Gazza non è mai piaciuto. non l’ho mai visto come grande campione che tanti dipingevano: al di là dell’essere famoso per le pazzie fatte fuori dal campo è sempre stato un calciatore relativamente poco conosciuto rispetto ad altri giocatori che magari si facevano vedere meno ma erano apprezzati anche da tifosi di altre squadre.
    al solito il suo stare sopra le righe è stata la molla che lo ha portato al successo, e questa molla mi pare sia stata caricata sempre al massimo da chi poteva trarne guadagno, e mi pare anche più del solito… poraccio…

  7. I soldi darebbero alla testa anche a me in questo momento di povertà assoluta. Mi stra-farei di cibo etnico, ottimo vino e viaggi lunghi 🙂 Questi i miei vizi 🙂

  8. George Best ha lasciato un mirabile aforisma, però: “Nella mia vita ho spesso molto denaro per donne, auto veloci e Champagne. Tutti gli altri soldi li ho sperperati.” :mrgreen:

    Gazza non mi sento di condannarlo, perché la sua disperazione ha origini profonde; e ha incontrato molti amici opportunisti e altrettante donne più interessate a stare su una copertina invece che sotto una coperta… 🙄

    Sarà dura, ma anche ancora qualche margine per riprendersi se troverà le motivazioni interiori e la smetterà di vendere i suoi rutti alle televisioni (lo fece anche in Italia, a Mediaset – ndr). 😯

    Un abbraccio mezzodestroMezzosinistro 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...