LA MEMORIA… CORTA

Oggi è il 27 gennaio, giornata dedicata alla memoria delle vittime dell’Olocausto. La Shoah, come tutti sapete, è stata una delle più cruente dimostrazioni della potenziale bestialità dell’essere umano. La cosa più sconvolgente è leggere, come di consueto, le notizie che riportano la presenza delle solite scritte antisemite atte a rinnegare la Shoah stessa. In questo giorno infatti si risvegliano gli animi di coloro che ancora condividono e diffondono simili ideali razzisti e, lasciatemelo dire, anacronistici.

La storia in questi anni è andata avanti, e continuare a supportare teorie razziste mi sembra così stupido da farmi realmente dubitare sulla sanità mentale di certe persone. Sarà anche banale ripeterlo, ma dietro a questa nuova escalation di razzismo (che non si limita certo all’antisemitismo) ci sono delle leggi poco dure in materia. Ancora si permette a certi personaggi politici (e non) di diffondere i loro messaggi di cieca e patetica intolleranza.

Come sempre, mi piace ricordare che fino a un secolo fa gli ebrei, i negri e gli zingari del mondo si chiamavano “italiani” e nei luoghi dove essi emigravano venivano considerati un problema sociale, una banda di sub-umani da ghettizzare per evitare che contaminassero le società più civilizzate.

Questa è la vera memoria: ricordiamoci che anche noi italiani siamo stati emarginati e discriminati, per lunghi anni… come possiamo rinnegare tutto ciò solo perchè ora viviamo nel benessere? Non sarebbe come sputare in faccia a tutti gli emigrati del passato che si sono spaccati la schiena e hanno accettato umiliazioni pur di garantire un futuro alle loro famiglie rimaste nella nostra penisola? Cosa sarebbe stato dell’Italia senza queste persone?

Annunci

4 pensieri su “LA MEMORIA… CORTA

  1. Quoto Baol.
    Certe regressioni sociali fanno male e minano il mio ottimismo verso l’innocenza che si sperava di aver dato alle nuove generazioni…
    … REAGITE, ragazzi: NON FATEVI TRASCINARE NEL PASSATO!
    La pace è una conquista NON uno status acquisito e consolidato.

    Un abbraccio shalom .-)

  2. io non voglio assolutamente prendere le difese di quei barbari che hanno compiuto queste stragi, ma mi spiegate una cosa?
    ogni anno è la stessa storia, e l’olocausto, e la shoah, gli ebrei qui, i nazzisti la, ecc…
    ma nessuno parla mai dei gulag russi comunisti? perchè? non mi sembra che loro abbiano fatto cose diverse dai nazzisti, eppure nessuno ne parla.
    mah, no comment.

  3. Sono d’accordo, diciamo che più che altro non si ricorda mai che sono morti anche degli italiani nei gulag sovietici, e per questo non possiamo far finta che sia stata una carneficina che non riguarda la nostra storia. E’ un olocausto “dimenticato”, come tanti… Io prendo il giorno della Memoria come spunto per ricordare simbolicamente tutte le vittime causate dal razzismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...