DIRITTI NEL VUOTO

Brutta storia, quella degli extracomunitari (inizialmente sei, ora quattro) che in quel di Brescia hanno deciso di protestare rimanendo su una gru per giorni interi. Il nocciolo della questione lo sappiamo tutti: la protesta è verso le prese in giro che devono subire gli immigrati nel loro cammino verso l’integrazione. Per la maggior parte di loro integrarsi vuol dire riuscire a farsi spazio nel mondo del lavoro italiano, quel tanto che basta per riuscire a vivere dignitosamente, cosa impossibile nei loro paesi. Ma c’è sempre chi se ne approfitta, ed approfittarsi della disperazione di gente priva della padronanza necessaria per districarsi in una cultura diversa è facile come rubare un lecca lecca ad un bambino, e del gesto ne include anche la profonda vigliaccheria.

Promesse di permessi di soggiorno non mantenute, leggi vaghe e legislatori xenofobi rendono la situazione fin troppo torbida, con il solito contorno all’italiana di cariche verso i manifestanti (mandate in onda giovedì ad Annozero) e chiacchiere democristian-style prive di prese di decisione.

E’ mai possibile che non possano esistere leggi chiare e inequivocabili sulla questione degli immigrati? L’Italia è una terra promessa da tanti anni per migliaia di persone: eppure, complice la solita immensa confusione che ha caratterizzato ogni singolo governo italiano, siamo ancora lungi dall’aver partorito soluzioni adeguate. La verità è che gli immigrati in Italia servono eccome, purchè appaiano perennemente come i cattivi della situazione; devono allo stesso tempo lavorare sodo e passare per infidi disonesti, allo scopo di trovare il solito capro espiatorio da dare in pasto alla stampa per tenere buoni gli elettori.

Nel nostro paese un dato di fatto (la massiccia presenza di stranieri) continua a passare per una scocciatura perennemente in bilico tra sterili moralismi e barbarie da inquisizione.

Annunci

4 pensieri su “DIRITTI NEL VUOTO

  1. M sembra che sia una maniera innovativa di scrivere i gialli.
    Anche se questo è destinato a “FORMATORI” sarà interessante se qualche SCRITTORE DI GIALLI vorrà provare ad imitare il format.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...